Le 5 cose che non sai della IEXS

Le 5 cose che non sai della IEXS

Ciao sono Luca uno dei founder della IEXS. Oggi ti spiego: Le 5 cose che non sai  della IEXS.

Docenti selezionati

Cosa vuol dire? Vuol dire che in molte altre scuole con modelli diversi i docenti vengono presi o per necessità o semplicemente quelli che arrivano.

Cosa per noi molto sbagliata perché, pensate a un modello di azienda ad esempio che invece di selezionare i dipendenti in base alle caratteristiche e in base al lavoro che devono svolgere, semplicemente apre le porte e fa lavorare casualmente chi si presenta nello stabile.
Questa azienda durerebbe? No perché la selezione del personale è una delle parti più importantI per un lavoro di qualità. Quindi non solo selezioniamo i docenti, quindi i migliori docenti selezionati, ovviamente con le competenze coi titoli di studio che cerchiamo, anche docenti con esperienze di un certo tipo. Esperienze personali perché poi le portino ai ragazzi li formino.

La media di formazione annuale della scuola pubblica o similare alla pubblica è di circa 30 ore l’anno. Troppo poco. I nostri docenti vengono formati 300 ore l’anno che è il minimo per acquisire competenze pedagogiche, psicologiche, di gestione del team, di competenze e di intelligenza emotiva di gestione delle didattiche innovative.

Crediti invece che Voti

Un cambiamento del sistema di valutazione. Perché i voti misurano solamente i risultati non come si è arrivati al risultato. 

Quindi in una scuola classica se io sono un genio e arrivo al risultato in pochissimo tempo, poi come sfrutto il resto del tempo non importa a nessuno, l’importante è arrivare al risultato. Che io raggiunga il risultato copiando o raggiunga un risultato perché mi aiutano i dieci insegnanti privati, questo non importa nel sistema tradizionale. Invece è importantissimo. Perché ogni ricerca sull’età evolutiva dice che questa età non è il momento per i risultati è il momento per allenarsi. I risultati arriveranno dopo. Quindi bisogna cambiare il sistema. Non si può basare tutto solo sul risultato ma sul come si arriva al risultato. Un sistema di valutazione sui crediti è ottimale, per valutare le soft skills cioè impegno, rispetto, capacità comunicativa, capacità di lavoro in team, autonomia, responsabilità, capacità didattica.

E’ molto importante come tu arrivi al risultato. Il tuo atteggiamento, il tuo comportamento. Perché queste competenze allenate rimarranno per la vita, non i risultati che cambieranno in base a come tu li affronti. Quindi questo è un allenamento duraturo e soprattutto che vi servirà nel futuro non solo universitario ma anche poi quello lavorativo.

Personalizzazione e conoscenza dei propri Studenti

Domanda. Quando tu vai in una palestra la prima cosa che ti fanno cos’è? Metterti su una panca alzare dei pesi? Oppure prendono una scheda qualsiasi e te la danno? Immagino che in una palestra del genere se fanno così tu esci e cambi subito ambiente. Perché invece la scuola dovrebbe lavorare in maniera diversa?

Perché la scuola da un modello, un sistema uguale a tutti? Perché la scuola non dovrebbe conoscere tuo figlio come in una palestra? Anche nella scuola il primo passaggio è conoscere gli studenti, capire le loro caratteristiche le loro potenzialità e poi farne una scheda personalizzata. Perché ognuno è diverso e ognuno ha un modello diverso e questo implica che non esiste un unico modo di fare per tutti. Quella è la standardizzazione che non è mai positiva.

Questo è il modello tradizionale. Alla IEXS invece c’è un modello personalizzato e soprattutto conosciamo i nostri studenti di modo che possiamo potenziare al massimo le loro caratteristiche Come una scheda in palestra, entri ad un determinato ed esci a un altro livello, e tutti i giorni ti alleno per quello. Come dico sempre, ti spremo come un limone affinché ti rinforzi e diventi abbastanza solido. Per cosa? Per i tuoi sogni, per le tue aspettative, per il tuo futuro. Perché devi avere una struttura emotiva, culturale di preparazione sufficiente a reggere i tuoi grandi sogni e non semplicemente una scheda uguale per tutti.

Emozioni ed Amore

Nella scuola non si parla mai di intelligenza emotiva e di emozioni. perché oltre ad essere una scuola paritaria quindi a utilizzare un sistema didattico culturale e di livello alto come quello italiano, c’è bisogno di lavorare sulle emozioni e sull’intelligenza emotiva perché sono quella struttura portante che gli consentirà un domani, non solo di avere la testa piena come si dice, ma anche il cuore pieno. Perché è tutto un equilibrio. Se tuo figlio un domani ha un intelligenza emotiva ben sviluppata, crede in se stesso, ha una autostima forte e soprattutto sa come applicare le competenze perché conosce la sua strada dove vuole andare e non ha paura di sbagliare.

Tutto questo è intelligenza emotiva ed emozioni e potrà utilizzare la sue grandi competenze, altrimenti sarà solo una testa piena su una struttura fragile. E cosa succede a una persona del genere appena varca la porta di uscita di una scuola? Che purtroppo o cade e la testa si frantuma perché non c’è equilibrio o viene mangiata da quello che è il mondo esterno quindi si ritroverà a fare quello che dicono gli altri. Perché? Perché non è pronto non è solido. Per questo la scuola deve essere istruzione di alto livello e anche educazione, intelligenza emotiva e formazione sulle soft skills che sono appunto il 5° punto.

Le Soft Skills

Le Soft Skills sono capacità ormai richieste da tutti. Le aziende le richiedono, tutti i World Economic Forum di questi ultimi anni dicono che sono il must per ogni dipendente, per ogni manager e per ogni imprenditore. Ma dove le apprendono i ragazzi se non a scuola? Perché fuori nessuno te le insegna a meno che non vai a pagare fior di quattrini corsi di questo genere. Ma perché non farlo a scuola? 

Per questo che nel nostro sistema c’è il lavoro sulle Soft Skills, sulle competenze trasversali, cioè dare questo sviluppo emotivo cognitivo e logico comportamentale ai ragazzi di modo che sappiano ragionare sulle competenze trasversali, problem solving, empatia, capacità relazionali e tutto quello che riguarda questo mondo e devono allenarlo a scuola. 

Hanno la possibilità di sbagliare perché si allenano sbagliando, di relazionarsi, di creare relazioni utili per il futuro, di allenare l’intelligenza emotiva, ovviamente guidati da persone di valore e qua torniamo al punto 1 guidati da esperti, guidati da persone che lo hanno già fatto prima di loro, altrimenti come fanno ad apprenderlo e a sperimentarlo.

CONDIVIDI SU:

Share on facebook
Share on email
Share on whatsapp
Share on linkedin

Vieni a conoscere il Mondo IEXS

Fissa un’appuntamento con

il nostro Dirigente Scolastico e visita la Scuola.