Differenza tra Innovazione ed Evoluzione scolastica

Innovazione scolastica: cos'è?

Ciao sono Luca uno dei Founder della IEXS e oggi voglio parlarvi della differenza tra Innovazione ed Evoluzione scolastica.

Oggi si parla tanto di innovazione scolastica: di nuove tecnologie di nuove metodologie e della DAD (didattica a distanza). La situazione scolastica del modello tradizionale in Italia è rimasta obsoleta ed è giusto portare dell’innovazione.

E che cosa vuol dire innovare? Vuol dire portare tutti quegli strumenti  che la società e il sistema odierno ci permettono di semplificare il metodo e diminuire il tempo di apprendimento degli studenti. 

Con innovazione si può parlare anche di metodologie didattiche, incentrate sulla risoluzione di problemi (problem solving) e di didattica non più frontale ma che permetta allo studente di implementare anche capacità di Team Working e di esperienzialità dell’apprendimento.

Tutto questo è innovare. Ma siamo sicuri che sia l’unica strada giusta per migliorare il metodo ti apprendimento dei nostri studenti? Per avere una società del domani con persone strutturate sia a livello professionale che umano?

Noi della IEXS, dopo anni di ricerca e sviluppo e formazione di centinaia di alunni, siamo arrivati alla conclusione che ci vuole un’ evoluzione del sistema didattico italiano e non solo Innovazione. L’evoluzione parte dalle persone. Quindi un lavoro incentrato sullo studente, come persona, ma soprattutto sul Docente che diventa un vero e proprio mentore su valori e personalità dei propri ragazzi e non solo un divulgatore di contenuti. 

Evoluzione scolastica: le persone 

Come detto in precedenza per evolvere il sistema didattico italiano bisogna lavorare sulle persone. Ma cosa implica tale cosa? 

Vuol dire che devo cambiare il sistema di lavoro delle persone dentro la scuola. Devo fare evolvere tutto il sistema d’ istruzione a partire dalla materna, elementari, medie, superiori ed università. Le persone stesse che lavorano dentro la scuola devono evolvere come persona. Vuol dire che i docenti non sono più erogatori di contenuti, non sono più semplicemente utilizzatori di nuove tecnologie, ma vuol dire che sono persone evolute con un’intelligenza emotiva sviluppata e con la quale riescono a trasferire certi valori ai propri studenti. Per creare tutto questo quando i docenti si formano all’università dovrebbero sviluppare anche capacità a livello di Soft Skills e Intelligenza Emotiva per essere pronti soprattutto come persone a svolgere il proprio mestiere di insegnati, non solo di scuola ma anche di vita. Ma di questo parliamo in un altro video. 

Quindi l’evoluzione della scuola è il passaggio successivo dopo l’innovazione. Perché fino a quando avremo delle aule super tecnologiche, ma non lavoreremo sul vero obiettivo della scuola cioè formare la società del domani, quindi le persone, non ci sarà mai una vera evoluzione del sistema didattico italiano.

CONDIVIDI SU:

Share on facebook
Share on email
Share on whatsapp
Share on linkedin

Vieni a conoscere il Mondo IEXS

Fissa un’appuntamento con

il nostro Dirigente Scolastico e visita la Scuola.